#5 – A scanso di avanguardie

Il giovane artista amava fumare marijuana tutte le sere. Il suo mentore bersi qualche bicchiere di scotch. Il vecchio aveva colto del talento negli scritti della promessa. Lo aveva incoraggiato, presentato, spinto per quanto gli era possibile.
“L’establishment culturale è una brutta bestia” pensava, “ma lui ce la farà, ha talento!”
Il giovane scopava ragazze incantate sulle panchine del parco. Il vecchio giovani starlette televisive in cerca di notorietà; e quando non aveva il codazzo di adoranti, preferiva escort di lusso che almeno chiedevano solo soldi in cambio.
La giovinezza e il fumo rendevano il primo un coglione pieno di sé.
La vecchiaia faceva del secondo un banale rincoglionito.

~ di piccolestoriescrittemale su 9 luglio 2008.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: