# 16 – Eight murders

Sono bravo nel mio mestiere. Mi piace definirmi un lavoratore parzialmente manuale.

Ho una vita agiata, una moglie di diversi anni più giovane di me, due figli: un maschio ed una femmina. Il maschio è il maggiore, ma fatico a vederlo come mio erede.

Ho sposato mia moglie dodici anni fa. Lei era giovane, ventitrè anni, io ne avevo già quaranta. Ero stanco di inseguire sottane troppo corte. Mi sembrava una magnifica scema, alla fine si è rivelata più scaltra di quanto credessi. Se oggi divorziassi mi porterebbe via metà del patrimonio.

Già, i miei soldi. Strumento per la mia bella vita.

Ho sempre avuto un’intelligenza sopra la media. Ottimi risultati scolastici, dottorato negli Stati Uniti, o meglio Ph.D. per cui conosce quel sistema di istruzione.

Tornato in Italia, trentenne, non riuscivo a guadagnare quanto mi sarei aspettato dopo 24 anni di studio. Così ho messo la mia intelligenza al servizio della mia vita.

Ho ucciso tutti coloro che con la loro morte mi avrebbero dato dei vantaggi. I miei genitori, per avere il capitale iniziale, i miei soci, per non dividere nulla, le mie donne, evitando così imbarazzanti testimonianze.

Ho imparato la lezione. Sono adulto ora. Cinquantadue anni e ne dimostro dieci di meno. Chi mi sta vicino mi definisce abile e fortunato. Ma vicino davvero, per fortuna, non mi sta nessuno.

Ora sono in vetta, ma mi manca il sapore dell’adrenalina, il profumo del sangue. Quel languore che ti spinge a commettere un errore, o a ottenere una grande vittoria. Pare si chiami vita, anche se il risultato è il suo opposto.

~ di piccolestoriescrittemale su 29 gennaio 2009.

2 Risposte to “# 16 – Eight murders”

  1. depressione post partum, calo di tensione… Arrivare in vetta spesso è una delusione. Tanti diventano così quando arrivano alla pensione.
    Piaciuto.

  2. Grazie per il commento e del passaggio! Ricambierò a breve!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: