# 22 – Le conseguenze del desiderio

Che si svegliasse sudato nel cuore della notte, non era una cosa normale. Ma la poteva sopportare.

La moglie si preoccupava delle sorti del marito. Psichiatra affermato, aveva brevettato un importante strumento: poteva ascoltare i sogni delle persone.
I suoi studi lo avevano portato ad essere poco presente nella sua vita. Lei non se ne lamentava mai ad alta voce. In fondo, pensava, la vita è una questione di scelte. Aveva contraccambiato volentieri l’avventura con il benessere sociale. Un uomo più grande di lei. Un genio, a detta di alcuni.
Erano arrivati anche i soldi. Più di quanti ne riuscisse a spendere nei numerosi del intensi fine-settimana con i giovani amanti.
Eppure quell’uomo, al quale doveva molto, ora la turbava. Non aveva mai avuto una vita sessuale brillante, non si accorgeva dei tradimenti continui, della sensualità della donna.
Ora, lei lo notava, aveva erezioni continue nel cuore della notte. Esplosioni di desiderio incontrollabili, che lei non era disposta a soddisfare.

Lo psichiatra sentiva il calore di un piacere troppo a lungo trattenuto scivolargli sul ventre, da dentro a fuori. I pensieri dei suoi pazienti lo tormentavano di continuo. Scene isteriche, sconnesse, dilanianti si trasferivano dai loro sogni alla sua libido, giorno dopo giorno meno controllabile.
Pensava che i sogni fossero una cosa diversa, i suoi studi glielo dicevano. Ma avrebbero anche dovuto suggerirgli che la razionalità è un modello, e la realtà a cui era riuscito ad arrivare poteva essere diversa.
Così l’ascolto dei sogni si era trasformato in desiderio: i sogni degli altri erano la colonna sonora della sua vita mancata. Erano il pianto disperato del corpo che gridava vendetta contro i suoi studi, contro il tempo passato.

Ed una notte un grido più forte, una violenza inaspettata sulla moglie che dormiva. Una forza che non pensava di avere: “l’ho rotta” la prima sensazione quando sentì il sangue scorrere nel letto. Solo mentre girava lo sguardo accompagnato dai poliziotti, sentì il dolore pesargli addosso.
Non per la frase in sé. Quanto per il peso della sterile sensazione di aver gettato la propria vita.

~ di piccolestoriescrittemale su 11 febbraio 2009.

Una Risposta to “# 22 – Le conseguenze del desiderio”

  1. per fortuna che io mi accontento dei miei sogni…
    L’ascoltatore di sogni mi intriga molto, io avevo scritto un storiella su un medico che li catturava ma era capitato male perché nel suo paese la gente non dormiva mai.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: